registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Universitari 2.0

Cosa non si farebbe per rinviare lo studio di quell’esame così temuto, così odiato e magari già altre volte tentato. L’immaginazione non ha limiti eppure gli studenti, specie su Facebook, si divertono ad esorcizzare momenti di panico come questi in maniere così bizzarre che davvero una risata potrebbe riuscire a curare ogni ansia.
Per esempio, condividendo frasi assurde e un po’ provocatorie tipiche dello studente in crisi dopo un esame andato così così. “Professò io non piaccio a lei e lei non piace a me. Mi dia sto 18 e facciamola finita” posta uno degli amministratori del gruppo “Lo studente in crisi” stuzzicando l’attenzione altrui. Sembra una pazzia dire frasi del genere davanti ad un esimio professore universitario? A quanto pare non proprio, visto che 277 utenti degli oltre 140 mila iscritti hanno cliccato “mi piace”. Sostenendo la tesi che quando ci vuole, ci vuole, come dice Elisa Agostinelli. Consapevole però che la risposta accademica non potrà che essere “ritorni la prossima volta!”. Ma nonostante questo c’è chi addirittura, ironizzando al massimo come Pamela Pagano, vuole utilizzare la frase in questione come sfondo di una maglietta. Magari da indossare sotto la maglia ad un esame, pronta per l’uso!
Lo studente in crisi, quindi, pur di procrastinare l’approccio ai libri di quell’esame così temuto, farebbe di tutto. Come ad esempio condividere il link “legittimo impedimento per gli studenti che sono impegnati a guardare film o telefilm in streaming e non possono studiare”, con il recente “The big bang theory” a dominare le classifiche di gradimento, proprio perch

Share

On febbraio 22nd, 2011, posted in: Facce di Campus by
No Responses to “Universitari 2.0”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus