registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Image Cup, Pata-Track vincente

UNA SQUADRA DELL’UNIUDINE VINCE NEL CONCORSO DI MICROSOFT PER I GIOVANI TALENTI NEL SETTORE DELL’ICT. QUATTRO INFORMATICI E GRAFICI, STRACCIATA LA CONCORRENZA ITALIANA, HANNO COMBATTUTO ANCHE NELLA FINALE DEL CAIRO

Friuli di successo. Per la terza volta un team di questa regione fa saltare il banco dell’Imagine Cup. Una domanda sorge spontanea: che nell’ateneo di Udine si nasconda un concentrato di menti geniali? Non chiedete di rispondervi agli studenti della Federico II di Napoli, piazzatisi alle spalle dei friulani, o ai milanesi della Bicocca, giunti al terzo posto. Ma andiamo con ordine.
Nel maggio scorso, venerdì 8 per l’esattezza, presso il Palazzo Bo dell’università di Padova si è svolta la premiazione della finale italiana dell’Imagine Cup. Intorno alle ore 12 è iniziata la storia di successo di quattro ragazzi, genitori del progetto Pata-Track.
Niente di catastrofico: è solo il nome del gruppo e allo stesso tempo del software da loro ideato e realizzato. Ivan Zanello, Alessandro Verona, Elisa Buttussi e Marco Amato studiano all’università di Udine: i primi due sono programmatori (corso di laurea magistrale in informatica), Elisa si occupa di grafica (studia tecnologie e web multimediale), Marco è l’esperto di grafica 3D. L’unione delle loro quattro menti ha permesso il trionfo nella categoria di punta dell’Imagine cup: software design, garantendogli l’accesso alla finale internazionale del Cairo, disputata ai primi di luglio.
L’idea della partecipazione al concorso di Microsoft è nata circa sei mesi prima. Ma come spesso succede genio va di pari passo con sregolatezza. Un mese prima dell’evento di Padova nessun progetto era stato sviluppato e la partecipazione all’Image Cup era ancora in cantiere, in bilico tra un esame e l’altro. La svolta avviene anche per merito del mentore del gruppo, Fabio Buttussi (fratello di Elisa e assegnista di ricerca presso l’ateneo udinese): così il gruppo di ragazzi decise di scoprire le carte e diventare Pata-Track.
«Abbiamo iniziato quasi per gioco, con una settimana di brainstorming», afferma Ivan, eletto d’improvviso portavoce del gruppo «a cui ne sono seguite altre tre d’implementazione del progetto. Ci siamo appassionati, vedendo progressivamente che il nostro lavoro diventava sempre più complesso e interessante. I tempi erano scarsi, così abbiamo davvero lavorato giorno e notte, quasi senza fermarci. Siamo stati colti da una specie di febbre: più lavoravamo, più avevamo voglia di lavorare».
Il frutto di questi sforzi è un serious game: si tratta quindi di un gioco con finalità educative. «Abbiamo ideato una caccia al tesoro all’aria aperta», continua Ivan, «valorizzando l’obiettivo della sostenibilità ambientale: per esempio possiamo insegnare ai ragazzini come funziona la raccolta differenziata». I baby protagonisti del game avranno tra le mani dei palmari dotati di gps, che gli consentiranno di orientarsi al meglio in un qualsiasi ambiente naturale, sfidarsi in quiz ecologici (e in molti dei quali potranno intervenire concretamente) e compiere azioni in linea con il rispetto della natura. Alessandro aggiunge: «Non potevamo non inserire una mascotte, così ecco Willy l’aquilotto, giudice imparziale in gara».
Attenzione: Pata-Track non è da considerare solo per un target di giovanissimi e per scopi ambientali. Il software può essere adattato anche per adulti e diversificato per altri ambiti: «Per esempio si potrebbe utilizzare come guida interattiva nei musei». Con 25mila euro in tasca e ancora un po’ emozionati per la vittoria, Ivan, Alessandro, Elisa e Marco sono consapevoli che il loro viaggio è appena iniziato.
Microsoft non si lascerà certo scappare quatto giovani talenti e un’idea di successo che potrebbe far comodo a tante start-up in rampa di lancio. Intanto, dal 3 al 7 luglio, il team ha dato battaglia all’ombra delle Piramidi ma nella categoria software design hanno prevalso, nell’ordine, rumeni, russi e brasiliani. L’aggancio al Polito, vincitore 2006 in India, è rimandato.

Share

On luglio 30th, 2009, posted in: Facce di Campus by
No Responses to “Image Cup, Pata-Track vincente”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus