registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Come emergere nella rete

UN MONDO DI INFINITE POSSIBILITÀ. COSÌ IL WEB APPARE PIÙ CHE MAI ALLE SOGLIE DEL 2009. E PER CHI HA IL FATTORE W, LE IDEE DEI GIOVANI OUTSIDER DI CAMPUS NON SONO CHE ALCUNI DEI NUMEROSI SPUNTI CHE INTERNET RISERVA A CHI HA UN INGEGNO… VIRTUALE. ECCO I NOSTRI OUTSIDER DEL SETTORE

_Stefano Mizzella, 28 anni, Roma, guru del web 2.0, tra Roma I e Bicocca Milano
Stefano, romano, è un vero guru del Web 2.0. Laurea in Scienze della comunicazione in Sapienza, dottorato in Società dell’informazione in Bicocca. È Social media strategist (stratega nel web sociale) per Mediaset – Interactive media e ideatore di Social Media Lab, corso di web 2.0, online business e web marketing alla Iulm di Milano. Il suo blog è www.nexres.org.
«Mi occupo dell’evoluzione di web e social media da un punto di vista socio-psicologico. Ho iniziato da poco come consulente per alcune società. Progetto campagne di comunicazione che sfruttano applicazioni web come blog o social network».
La sua citazione preferita è la traduzione inglese di una frase di Leonardo: Simplicity is the ultimate sophistication.
_Alfredo Morresi, 30 anni, Macerata, Macerata, it addicted
«Mi sono interessato al mobile il giorno in cui ho scoperto nelle prime agende elettroniche un alleato per contrastare la mia smemoratezza». Era al primo anno di Istituto tecnico industriale.
«La voglia di estendere le potenzialità di questi “piccoli artefatti cognitivi” ha sviluppato in me una passione per ogni oggetto che sia “smart” e “nomadico”. Il motto che più mi caratterizza? “L’essenziale rimane invisibile agli occhi”».
_Angelo Coluccia, 26 anni, Lecce, assunto a Vienna in telecomunicazioni
Laureato a tempo record e con la lode in Ingegneria delle telecomunicazioni, subito è stato assunto a Vienna, al Centro di telecomunicazioni Ftw dove aveva svolto la tesi. Ora, tornato a Lecce, ha concluso il primo anno di dottorato in Ingegneria dell’informazione.
La sua specialità? La sicurezza delle reti wireless. Un lavoro che gli è valso il premio di Aica-Confi ndustria per le migliori tesi nel settore Ict.
_Giorgio Sardo, 24 anni, da Torino a Redmond, al servizio di Bill Gates come technical evangelist
Un torinese a Redmond. Giorgio è in partenza per la città Usa sede di Microsoft, dove va a ricoprire un ruolo cruciale: sarà Technical evangelist delle future tecnologie web (ASP.Net 4.0, Internet Explorer 8,).
«Al Politecnico di Torino ho preso la specialistica in Ingegneria informatica», racconta. «Nel 2007 ho iniziato la mia esperienza in Microsoft UK come User experience consultant. È subito stato riconosciuto tra i migliori dieci consulenti dell’anno ai British computer society Awards.
Ora, da gennaio, la nuova sfida nel quartier generale di Mr. Gates.
_Sebastiano Sannino, 24 anni, Napoli, quello di Manyego, il My Space formato italiano
Quello che ha inventato è il Facebook, o se preferite il My Space, all’italiana. Si chiama Manyego (it.manyego. com) ed è la community ideata da Sebastiano Sannino, laureando in Ingegneria informatica al Politecnico di Milano e programmatore.
«Il Progetto Manyego è una community con cui gli utenti possono tenersi in contatto con i propri amici e conoscere nuove persone. Da febbraio viene lanciata anche una rivista freepress legata a Manyego, ME Magazine, di cui sarò anche editore, e verrà mandata in pdf a circa un milione di persone».
_Andrea Giuliani, 18 anni, Varese, anti hacker
Il suo hobby è di scovare le falle in siti di istituti bancari o di carte di credito. Non per sottrarre denaro ma per postare sul suo blog (www.andreagiuliani.com) un messaggio di avvertimento.
«Sin da piccolo i computer sono stati la mia passione. Mi sono occupato di problemi di sicurezza sia di banche on-line sia di grandi colossi. Un esempio? American Express».
_Mattia Tonetto, 26 anni, Venezia, premio Ict
Vive e lavora a Padova, dove si è laureato in Ingegneria informatica. Ora affronta il secondo anno di dottorato in Scienza e tecnologia dell’informazione, e sviluppa un software di classificazione per i dati provenienti dalla rete di comunicazione Umts. «Mi occupo della gestione di grosse moli di dati in ambito dinamico».
La sua tesi è stato considerata da Aica una delle quattro migliori in Italia in Ict nel 2008.
_Marta e Giulia, 20 e 21 anni, Pisa, maghe del re-making dei videoclip più famosi
Marta si è presa una sorta di gap year, Giulia studia Ingegneria civile. I filmati realizzati da loro spopolano: la loro specialità è rifare i video delle canzoni, esibendosi in playback esilaranti. Ricreano situazioni di fantasia ispirate a eroi come Robin Hood o ballano come le Kessler sulle note di Dadaumpa, rigorosamente in bianconero.
_Tommaso Sorchiotti, 28 anni, Pesaro, blogger
È il profeta del microblogging, la pubblicazione on-line di aggiornamenti flash sulla sua attività.
Laureato in Scienze politiche a Bologna con una tesi sul Web 2.0, si occupa di formazione e di strategie di comunicazione con gli strumenti della Rete: ha organizzato un paio di BarCamp («le nonconferenze informali in cui si incontrano dal vivo blogger e appassionati della rete per confrontarsi su vari temi»).
Per sua ammissione, è connesso a internet «per soli tre quarti della sua giornata».
A settembre è uscito il suo primo libro Come si fa un blog 2.0 (editore Tecniche Nuove).

Harry Potter anti-hacker
GIOVANISSIMO, SALVATORE ARANZULLA, È GIÀ UN BIG DI INTERNET. IL BATTISTRADA DI UNA WEB GENERATION CHE VUOL PRESTO DIVENTARE… WIN GENERATION, PERCHÈ LA RETE PUÒ DIVENTARE LA TRAPPOLA PER DARE SCACCO MATTO ALLA CASTA
Il suo blog è la colonna portante del canale tecnologico di Virgilio. Questo giovanissimo smanettone del Liceo scientifi co Romano di Piazza Armerina, Enna, fa di lavoro il blogger e il divulgatore informatico. Le sue pagine di tecnologia sul portale sono visitate da più di un milione di utenti al mese.
Con assoluta nonchalance, racconta che «in passato» – dice proprio così, a soli 18 anni, è stato anche «responsabile marketing e business development di YouBid.it, che ho contribuito a fare diventare il primo sito internet di aste al ribasso in Italia, con circa un milione e mezzo di fatturato lo scorso anno».
Abita a Mirabella Imbaccari, in provincia di Catania, e sul suo blog non esita a pubblicare già «consigli e suggerimenti pratici per utilizzare al meglio il proprio pc e per proteggerlo da minacce di pirati informatici e truffatori, in cui è facile imbattersi navigando su internet». Fatto, questo, di cui è diventato un vero esperto. Infatti, «per diversi anni», di nuovo, sì, confermiamo, ha solo 18 anni, «mi sono occupato in Italia di sicurezza informatica, scoprendo delle falle di sicurezza sui principali siti: Google, Microsoft, Yahoo!, Mediaset e Poste Italiane. Falle che potevano essere utilizzate per compiere furti di identità oppure di password e di numeri di carta di credito a milioni di utenti. Dopo le mie segnalazioni, questi colossi sono poi corsi ai ripari». E questo, naturalmente, lo riempie di orgoglio.
Salvatore ha anche pubblicato già tre libri di informatica: il primo è la raccolta dei suoi migliori interventi del 2005 sul suo stesso blog (titolo: blogBOOK, scaricabile gratuitamente sul suo sito). Il secondo, Crea il tuo sito in ASP, nel quale offre consigli e spiega come si realizza un sito internet, è uscito prima nel 2004 sul suo blog (17mila download in soli quattro mesi: «Lo ripeterò fino alla nausea: l’informazione non si deve pagare», scrive presentandolo. «Per questo, il mio libro è rilasciato gratuitamente alla comunità del web»), poi è stato distribuito su cd rom in allegato a diverse riviste informatiche.
L’ultima fatica editoriale riguarda proprio le tematiche della sicurezza informatica. Titolo, per l’appunto, Sicurezza informatica («Lo so», ammette, «è poco fantasioso!»), pubblicato prima in libreria dalla casa editrice Edizioni Fag e poi in edicola da Mondadori. E con questo è arrivato nella top five dei libri più venduti in ambito tecnologico.
Scrive, naturalmente, per alcune riviste cartacee su informatica e nuove tecnologie (come Win Magazine e Internet Magazine) e, aggiunge: «Adesso mi sto occupando del lancio di molte start-up su internet». E, come se non bastasse, viene intervistato e contattato continuamente su tematiche relative alla sicurezza, invitato a convegni e tavole rotonde.
Per questo 2009 appena incominciato racconta: «Sto preparando nuovi progetti da lanciare accanto alle attività editoriali del mio blog, che mi hanno permesso già da qualche anno» – per l’ultima volta, sì, non ci sbagliamo, ha proprio solo, soltanto 18 anni! – «di essere uno fra i primi, se non il primo, blogger a sostenersi economicamente col proprio blog». Che cosa resta da dire? Nient’altro che consigliare di visitare il suo blog all’indirizzo http://aranzulla.tecnologia.alice.it

Le promesse dell’anno passato
Gli outsider scelti da Campus nel 2008 non hanno mancato di raggiungere i loro obiettivi, buon auspicio per quelli prescelti in questo 2009. Salvatore Sanfilippo, lo sviluppatore freelance siciliano, uno dei geni del web 2.0 italiano, ha inventato Segnalo.com, il servizio di bookmark sociale con cui condividere con la comunità in rete i siti di interesse, e Oknotizie.com, per la condivisione di news. Due servizi piaciuti ad Alice e a Virgilio che li hanno presi sotto la loro ala.
Luca Conti, consulente di social media, ha viaggiato parecchio. «Nonostante la recessione», dice, «l’ottimismo rimane, anzi. In tempo di crisi le opportunità si moltiplicano per chi sa coglierle».
Marco Ernandes, si è occupato sia di ricerca a Ingegneria di Siena, sia della direzione dell’azienda spin-off QuestIT Srl.
Per Lorenzo Guasti: «Anno di conferme e novità: nuova edizione di Digiarte, nuova casa e… l’arrivo di una figlia».
Manuela Sechi continua la direzione della sua azienda, la Roomor: «Lavoro con grandi nomi, da Nestl

Share

On febbraio 15th, 2009, posted in: Facce di Campus by
No Responses to “Come emergere nella rete”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus