registration





Verrà spedita una password via e-mail.

La Luna non è in vendita

La giustizia cinese ha confermato una sentenza del 2005 in cui veniva vietato, a un imprenditore di Pechino, di vendere terreni sulla Luna. Un tribunale della capitale ha infatti citato il Trattato internazionale sullo Spazio, firmato dalla Cina nel 1983, secondo il quale nessuno può reclamare la proprietà della Luna. L’imprenditore "colpevole" aveva fondato una società dal nome pomposo, "Ambasciata della Luna", con l’obiettivo di vendere piccoli appezzamenti di terreno ad aspiranti conquistatori dello spazio, alla modica cifra di 30 euro per mezzo ettaro. Li Jie, questo il nome dell’eccentrico manager, era riuscito già ad appioppare 34 lotti ad altrettanti incauti compratori. Il primo stop alla sua attività, che prometteva di diventare molto redditizia, è arrivato dall’Ufficio per il controllo del commercio, che ha ritenuto la vendita di terreni sulla Luna più una truffa che un’attività commerciale.

Share

On aprile 16th, 2007, posted in: Diario da Pechino by
No Responses to “La Luna non è in vendita”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus