registration





A password will be e-mailed to you.

Febbre da mobile game

Altro che influenza australiana, la vera “malattia” dell’autunno sembra essere la febbre da mobile game!
Tra i nuovi media utilizzati per lo svago e il divertimento personale infatti, i cellulari stanno conquistando sempre più spazio: se inizialmente a dominare c’erano solo sms, musica e videoclip, a spopolare oggi sono i contenuti più interattivi.
Un’indagine dell’istituto Juniper Research ha evidenziato come il fatturato mondiale dei giochi su cellulare raggiungerà i 10 miliardi di dollari nel 2009. Il dato sociologico ed economico più interessante è la lunga rincorsa che nel 2010 porterà i giochi a fatturare più delle suonerie, contenuto che ha guidato per anni l’Eldorado dei "mobile contents".
Anche per il mobile gaming, si sta rivelando fondamentale il contributo di paesi come Cina e India la cui domanda di svago e divertimento diventa sempre più importante numericamente ed economicamente.
Grazie all’arrivo di importanti conversioni TV, cinema evideogiochi tradizionali, i cellulari sono diventati il ritrovo degli amanti del "casual gaming", ovvero di titoli non troppo sofisticati in grado di regalare divertimento anche a chi non è proprio nato col joystick in mano.
Titoli come "The Simpson", "Harry Potter", Pictionary, FIFA08, The Sims e Dakar 08 (ebbene si, il rally più famoso al mondo ha scelto il cellulare come piattaforma unica per veicolare il proprio gioco ufficiale 2008, addirittura in anticipo rispetto alla corsa di gennaio) stanno cavalcando l’onda di questo successo rivelandosi i best seller dell’intero 2007.

Share

On novembre 15th, 2007, posted in: Cool by
No Responses to “Febbre da mobile game”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus