registration





A password will be e-mailed to you.

Commercio spaziale

Con la  Virgin Galactic, che ha progettato il primo viaggio aerospaziale nel 2009, e la firma nello scorso del Global Exploration Initiative (un accordo tra gli Stati Uniti e ed il Regno Unito per lavorare a stretto contatto sulle future esplorazioni della Luna e dello spazio), il turismo spaziale diventerà presto normale.
Sapendo che i turisti si dirigeranno ben presto oltre la Spagna o la Grecia, Travelex cooperando con il National Space Centre e con l’Università di Leicester, ha creato il “ Quasi Universal Intergalactic Denomination”, anche detto QUID.
Pensato per resistere alle molteplici sollecitazioni a cui si è sottoposti durante un viaggio spaziale ed in un ambiente estremo, il QUID è stato anche creato per essere acquistato sulla Terra con una delle 176 valute circolanti sul globo.
“Nessuno dei metodi di pagamento esistenti sulla terra – spiega il prof. George Fraser dell’Università di Leicester – potrebbe essere usato nello spazio per diverse ragioni. Qualsiasi cosa che presenti bordi appuntiti potrebbe rappresentare un rischio per gli astronauti, mentre i chip e le strisce magnetiche, usate nelle nostre carte sulla Terra, verrebbero danneggiati dalle radiazioni cosmiche. Ed in più, dal momento che si parla di una lunga distanza, più di 370.149 km dalla Terra alla luna, la tecnologia dei microchip non funzionerebbe comunque”.
Un polimero adatto allo spazio, chiamato PTFE (politetrafluoroetilene), sarà usato nella costruzione del QUID – un materiale ampiamente usato dalle agenzie spaziali, grazie alla sua versatilità e durezza. Meglio conosciuto con il nome di Teflon, il rivestimento antiaderente delle pentole, può resistere alle alte temperature ed ai materiali corrosivi.
Importante: la moneta non emetterà nessuna radiazione chimica nell’ambiente dei turisti nello spazio, ed ssendo plastica, può essere modellata arrotondando i bordi per evitare danni alle persone e all’attrezzatura, se accidentalmente fluttuasse in assenza di forza di gravità…

Share

On ottobre 15th, 2007, posted in: Cool by
No Responses to “Commercio spaziale”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus