registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Verginit

Per pagare un master universitario una 22enne ha venduto all’asta la propria verginità, per la cifra record di 5,6 milioni di dollari. Con lo pseudonimo di Natalie Dylan, originaria di San Diego, in California, la ragazza ha lanciato a settembre l’offerta online, con la mediazione della più famosa casa di tolleranza d’America, The Bunny Ranch di Carson City, in Nevada. Da allora le richieste, anche a causa dei media statunitensi che hanno montato il caso, sono aumentate vertiginosamente, fino a raggiungere il 14 gennaio quota 10mila. E, ad asta conclusa, 5,6 milioni è la cifra finale raggiunta per una notte con Natalie Dylan, già diplomata in Studi femminili e in cerca di fondi per finanziare il master in Psicologia della famiglia e del matrimonio. A ispirare l’idea di offrire il proprio corpo, ha dichiarato la 22enne, è stata la sorella Avia, che si è prostituita per tre settimane in una casa di tolleranza legale per pagarsi gli studi. «Non avrei mai immaginato che gli uomini fossero disposti a pagare così tanto per una cosa che negli anni viene valutato sempre meno», ha detto Natalie Dylan. «Ho ricevuto offerte da ogni tipo di persona, da veri e propri maniaci a ricchi ed educati uomini d’affari». E, alla fine, proprio un uomo d’affari australiano si è rivelato il miglior offerente. Un manager 38enne si è aggiudicato la castità della ragazza sborsando la cifra record, per una notte da consumare nel Bunny Ranch di Carson City. E i commenti degli studenti statunitensi? Dagli scandalizzati, agli emulatori, ai volgari, le opinioni sul ‘caso’ viaggiano sulla rete e rimbalzano fra i blog.

Share

On gennaio 14th, 2009, posted in: Campus Mix by
No Responses to “Verginit”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus