registration





A password will be e-mailed to you.

Una cura ad arte

Che nasconda semplice curiosità, vago timore o vera ipocondria, spesso e volentieri l’universo di medicine e malattie viene vissuto con rifiuto dal paziente: quale modo migliore dunque per avvicinare le persone a questa complessa dimensione, se non attraverso l’arte?

Utilizzare creatività e sperimentalismo artistico come tramite tra la dimensione fantastica e il mondo del reale: questo il principale obiettivo della manifestazione FestArte che, giunta alla sua quarta edizione, dedica un appuntamento proprio al mondo ospedaliero.
L’evento, organizzato da Sabrina Vedovotto e Francesca Crocetti, sarà costruito sull’alternanza di vari momenti: una parte performativa, una fotografico-visiva e una fase più dinamica, durante la quale verrà richiesta la partecipazione del pubblico.
Il tutto in un «ambient» ideato per l’occasione, nel quale il paziente-spettatore si muoverà, entrando in contatto con oggetti e strumenti medici utilizzati per dare sfogo alla creatività: teli da chirurgo dipinti, flebo piene di colori primari da mescolare tra loro per realizzare sempre nuove sfumature cromatiche, video proiettati attraverso un letto d’ospedale, per trasformare una dimensione inizialmente asettica in una corale e dinamica opera d’arte.

L’appuntamento, da non perdere, è previsto per il 2 febbraio.
Chissà che questa particolarissima manifestazione non riesca davvero a scongiurare l’eterna paura di aghi e punture!

Per maggiori informazioni: www.festarte.it

Share

On dicembre 21st, 2006, posted in: Campus Mix by
No Responses to “Una cura ad arte”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus