registration





A password will be e-mailed to you.

Quattro secoli di Arlecchino

Dopo un tragitto di realizzazioni in castelli, bunker, ville, fabbriche e cantieri, mutando forme e drammaturgia, torna a Milano, al teatro Sala Fontana (via Boltraffio 18, tel. 02-69015733), dal 16 al 27 maggio, Arlecchino militare, una curiosa operazione sulla commedia dell’arte, firmata Maurizio Schimdt ed Elisabetta Vergani, con la co-produzione di Elsinor Teatro stabile d’innovazione (www.elsinor.net).
La reinvenzione dell’antica storia di Arlecchino che diventa soldato, è un giocoso atto d’amore per la commedia dell’arte che sfocia, in tempo di guerra, nella sua dolorosa negazione. Più volte rivisitata, dai canovacci secenteschi fino al più moderno Un uomo è un uomo di Bertold Brecht, la vicenda del contadino inurbato che incontra gli arruolatori produce nel tempo esiti assai differenti: se l’Arlecchino della tradizione se la cava con la furbizia, nell’opera Brechtiana subisce una vera e propria metamorfosi, divenendo una spietata macchina da guerra. Così dal mondo delle alabarde a quello delle mitragliatrici tramonta la maschera popolare, sancendo la fine della commedia.
Farneto Teatro realizza una sintesi fra la tradizione e quanto è stato reinventato dagli attori nel gioco scenico e nella lontana memoria dei comici dell’arte. Arlecchino è un immigrato napoletano al servizio di Pantalone e di sua figlia Rosaura. I guai cominciano quando la padrona si invaghisce di un tenentino in transito con la legione straniera. Da qui in poi la commedia si annoda nel suo gioco: equivoci, travestimenti, lazzi, in una sarabanda di zanni, capitani, magnifici e dottori. Arlecchino, stupito e attratto dall’armata straniera, portatrice di una ricchezza a lui sconosciuta, si illude di poter giocare i soldati. Ma la storia non finirà nel migliore dei modi…

Share

On maggio 10th, 2006, posted in: Campus Mix by
No Responses to “Quattro secoli di Arlecchino”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus