registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Padri e figli orfani di troppa libert

DALLA PENNA DI PARAVIDINO, LA SOLITUDINE DI UNA FAMIGLIA DI PROVINCIA MALATA DI «NORMALE ANORMALITÀ»

Famiglie alla deriva in un paese di periferia. Gianni guarda la vita come un gioco dal quale uscirà in modo drammatico e improvviso. Le sue sorelle si arrabattano tra fidanzati non equamente ripartiti e un padre afflitto da una malattia che lo sospende dall’esercitare ogni autorità genitoriale. Pesante come una colpa, persistente come una tristezza antica, l’assenza della madre prematuramente scomparsa.
Dopo una sfilza di successi teatrali e l’esordio sul grande schermo (in preparazione il secondo film), Fausto Paravidino torna sulle scene italiane, a Merano (16 dicembre), Vipiteno (17), Brunico (18) e infine al Teatro Litta di Milano (19-31 gennaio, www.teatrolitta.it), con La malattia della famiglia M, commedia familiare amara e frizzante sul disagio della vita di provincia.
Una storia a più voci, in cui tutti dialogano e nessuno comunica, dove le parole scorrono semplici e veloci, apparentemente banali, sulle ferite aperte da situazioni di «normale anormalità». Ma anche una storia carica di ironia, capace di inchiodare gli spettatori fino alla chiusura del sipario.
«L’assenza di genitori fisici e spirituali obbliga i personaggi a una libertà vestita solo di solitudine, e l’unico rimedio alla solitudine è quel “volersi bene”, troppo invocato perch

Share

On dicembre 15th, 2009, posted in: Campus Mix by
No Responses to “Padri e figli orfani di troppa libert”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus