registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Iran: docenti e studenti uniti nelle proteste

Docenti e studenti universitari sono scesi in campo insieme per protestare contro il regime iraniano e l’aggressione degli universitari in un dormitorio di Teheran. Secondo fonti studentesche e il Consiglio nazionale della resistenza iraniana sarebbero diversi i professori che avrebbero lasciato gli atenei dopo la violenta repressione delle manifestazioni dei sostenitori di Mir Mussavi, vittima dei presunti brogli elettorali per riconfermare il presidente Ahmadinejad, scegliendo la «dimissione di massa» come forma estrema per manifestare il dissenso. Intanto continuano le mobilitazioni studentesche nelle università, in particolare nella Teheran University e nella Sharif University of Technology, già teatro nei mesi scorsi di dure proteste degli studenti contro il regime. I docenti (secondo le fonti studentesche almeno 120) avrebbero deciso di dimettersi dopo l’incursione di domenica sera da parte di uomini in borghese, probabilmente appartenenti alle milizie islamiche che fiancheggiano i guardiani della rivoluzione, in una residenza universitaria di Teheran. Sul grave ferimento di quattro studenti durante l’assalto il Parlamento iraniano ha costituito una commissione d’inchiesta. Ieri il presidente del Parlamento, Ali Larijani, aveva detto di ritenere responsabile il ministero dell’Interno per gli attacchi avvenuti contro il dormitorio.

Share

On giugno 17th, 2009, posted in: Campus Mix by
No Responses to “Iran: docenti e studenti uniti nelle proteste”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus