registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Hi-tech al femminile

Tecnologia, che passione! E stavolta gli uomini non c’entrano nulla.
Si chiamano Girl geek dinners e rappresentano une delle ultime mode diffuse in Europa. Nascono a Londra nell’agosto del 2005, dall’idea di una software engineer inglese, Sarah Blow, che decide di valorizzare le competenze tecnologiche femminili radunando tutte le donne che si interessano di web, new media e computer.
L’incontro è sotto forma di cena e ha come obiettivo la creazione di una community sempre più ampia che abbracci esperte, professioniste o semplicemente appassionate del settore hi-tech. Si tratta di un ciclo di eventi, senza scopo di lucro e organizzato da un team di volontarie, che si è diffuso un po’ in tutto il mondo: dall’Inghilterra alla Germania, Grecia, Nuova Zelanda, Australia, Malaysia, Usa, Belgio, Olanda e Canada.
Di recente la moda è arrivata anche al sud d’Italia, dove si è tenuta la prima cena femminile hi-tech a Catania. La formula è semplice: si sceglie un tema e si invitano alcune speaker a parlare.
Nei primi 4 incontri, svolti tutti a Milano, sono state più di 500 le partecipanti, tra manager, giornaliste e trend-setter dei nuovi media. La prossima reunion sarà il 1° luglio, sempre a Milano.
La partecipazione è aperta a tutti e in ogni città può crearsi un nuovo team Ggd: occorrono solo organizzazione – per la scelta della location-, coordinamento con gli altri gruppi internazionali e gestione dei compiti tra le responsabili del gruppo – il numero ideale varia da 5 a 8- per comunicazione, sponsor, blog.
La proposta va inviata direttamente a Sarah Blow, tramite la pagina http://girlgeekdinners.com/startingout8/.
Cultura geek, tecnologia al femminile e nuovi incontri di condivisione: aprirsi alle novità non è difficile, soprattutto ora che le girl dinners stanno ottenendo un discreto successo.

{mosimage}

Share

On giugno 11th, 2011, posted in: Campus Mix by
No Responses to “Hi-tech al femminile”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus