registration





Verrà spedita una password via e-mail.

All

Gentile Emma, commentando le gesta della nazionale di calcio, squadra un po’ vecchiotta, e sottolineando che giovani di belle speranze sono lasciati in panchina, alcuni osservatori hanno voluto trasferire questa realtà calcistica al Paese. Anche l’Italia, come l’undici azzurro, lascia i giovani fuori, in panca, e non li fa entrare mai. E perde. Che ne pensa?
Francesco Maria, via mail

Caro Francesco Maria, la panchina è quella massa melmosa di analisi e controanalisi che non scommettono mai sulla persona. Ci sono settantenni che rischiano ancora e ventenni che aspettano che il papi gli dia la macchina e il posto di lavoro.
Certo, l’Italia è ormai una zona depressa fatta da depressi lamentosi e questo non aiuta, ma lei dove si vuol sedere? Nelle corsie di un ospedale americano o nelle facoltà di qualsiasi ateneo d’Oltralpe vedrebbe giovani rampanti che hanno grandi responsabilità ma che se sgarrano sono fatti fuori in meno di cinque minuti.
E qui sta il punto: la meritocrazia è una favola demolita nel ’68 e raccontata oggi ai giovani sonnolenti per giustificare ogni status quo. E lei? È davvero giovane? Dove vuole andare? Cosa vuole dire al mondo? Vuole rischiare i suoi soldini, fare la fame per passare i primi cinque anni della sua attività nel combattere la burocrazia e attendere la fine del mese? Ha del nuovo da investire in una rivoluzione culturale?
Perch

Share

On luglio 31st, 2009, posted in: Campus Mix by
No Responses to “All”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus