registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Lavoro e social network

Dire “social network” , ormai, è come dire web. Ma, per fortuna, dal mondo delle community online non arrivano solo notizie negative. Una, per esempio, è che anche su Facebook si può spendere in maniera proficua il proprio tempo, specie se si cerca lavoro o si vuole conoscere da vicino la realtà di un’azienda.
Per capire come utilizzare il social network made in Zuckerberg al meglio, studiandolo dalla parte degli utenti e non delle aziende, Lorenzo Amadei e Claudia Zarabara, due referenti dell’area “social media marketing” della Fondazione CUOA, hanno realizzato una ricerca inedita. Svoltasi completamente online, per capire il rapporto tra utenti e pagine aziendali. Alla ricerca hanno risposto 849 utenti.
La sintesi dei risultati dice che l’utente di Facebook percepisce la presenza delle aziende come qualcosa di normale all’interno del social network, tanto che più di 8 persone su 10 hanno affermato di essere fan di almeno una pagina: un numero di utenti enorme, quindi, cui le aziende possono rivolgersi direttamente e con cui possono instaurare un rapporto e un dialogo diretto.
Oltre il 33% dei rispondenti è fan da una a cinque pagine, e il 24% da sei a dieci pagine. Stupisce il fatto che le pagine aziendali sono mediamente più seguite, 68% dei rispondenti, rispetto a quelle dei personaggi pubblici/famosi (62,5%). Focus interessante della ricerca, l’indicazione della ragione per cui l’utente Facebook diventa fan della pagina aziendale. Nel 72,8% dei casi per hobby o interessi personali; segue l’essere informati rapidamente, 55,6%, l’interesse professionale, 48,4% ed il senso di appartenenza, 31%.
Tra i motivi che spingono un utente a disinnamorarsi di una pagina aziendale, invece, ci sono i troppi messaggi, 64,7% (risposta più alta), messaggi troppo (o solo) pubblicitari (49,6%), messaggi ripetuti troppe volte (41,5%), notizie non interessanti/utili (40,1%), messaggi non tempestivi (28,2%) e azioni dell’azienda che non si approvano, 25,8%.
Il valore aggiunto della comunicazione in un ambiente social come Facebook è proprio l’ascolto del cliente, inteso come comunicazione a tutti gli effetti bidirezionale. Ciò che l’utente chiede è di poter esprimere il suo pensiero in un rapporto alla pari con l’azienda o l’ente o il personaggio pubblico di cui è fan: visto dal lato della business page, indipendentemente da chi essa rappresenta, è dunque importante abbandonare l’autoreferenzialità e offrire ascolto all’utente. Chi volesse dire la propria o approfondire, può trovare aggiornamenti sulla pagina http://it-it.facebook.com/cuoaxte

Share

On luglio 22nd, 2011, posted in: News Lavoro by
No Responses to “Lavoro e social network”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus