registration





Verrà spedita una password via e-mail.

War to work

UNA GUERRA ALL’OCCUPAZIONE, CON I GIOVANI AL CENTRO DEL MIRINO. SEMBRA ESSERE QUESTO L’EFFETTO PIÙ NEFASTO DELLA CRISI ECONOMICA. VIAGGIO – SCONSOLATO – FRA I NEOLAUREATI IN CERCA DI SPAZIO AI CAREER DAY ITALIANI

C’è chi dopo la laurea è finito in un negozio di bricolage e chi ha seguito un corso professionale sul fotovoltaico. C’è chi maledice l’Italia, il governo, gli adulti oppure l’università. Pochi sono quelli che manifestano ottimismo. E qualcuno arriva persino ad affermare lapidario che «i giovani inizieranno presto a rubare».
Le istantanee che si colgono all’uscita dei career day milanesi non confortano più di quelle che si traggono a Napoli o a Roma. È la globalizzazione della precarietà. Ovunque prevale lo sconforto e la sensazione che se ne trae è quella di un Paese in disarmo e di una generazione bandiera bianca alla mano.
Qualcuno dice che la soluzione è emigrare all’estero ma altri ribattono che vale solo per i ricchi che se la possono permettere. Alla fine di tutto, a non vedersi è proprio l’uscita dal tunnel. In attesa di agganciare una qualche ripresa, americana o tedesca che sia, ecco come i vostri coetanei fotografano le prospettive occupazionali.

Qui Milano
L’impatto visivo è quello di un grande formicaio. Al Career day della Statale gli studenti si accalcano, ma senza grandi pretese o speranze.
«Il futuro? Io non lo vedo per niente roseo», è il parere di Dario, Comunicazione politica e sociale alla Statale di Milano. «Oggi ho parlato con diversi rappresentanti delle risorse umane e in precedenza ho mandato molti curriculum: tutti mi offrono stage, stage e ancora stage. Ma come faccio a progettare un futuro se sento parlare solo di stage?».
Ancora più drastico è Filippo, stesso corso: «I giovani inizieranno a rubare, perch

Share

On novembre 16th, 2009, posted in: Esperienze by
No Responses to “War to work”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus