registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Quando gli shot (fotografici) sono strumento di sviluppo

Un’immagine può dire più di molte parole. Come i grandi cicli di affreschi del passato comunicavano emozioni comuni, così anche oggi c’è chi pensa che per comunicare emozioni elementari (la fame, il bisogno dello sviluppo che non sia a discapito dell’ambiente o del benessere delle persone) un’immagine – una fotografia – possa dire di più di molte frasi ben costruite. E’ così che l’IFAD (International Fund for Agricultural Development), un’agenzia delle Nazioni Unite con lo scopo di promuovere lo sviluppo di aree rurali dei Paesi del sud del mondo attraverso l’agricoltura (vd suo sito: http://www.ifad.org/governance/index.htm), pensa di coinvolgere nella propria sede di Roma (dipartimento affari esterni) un/a giovane fotografo/a per un internship (deadline 20 agosto). Compiti richiesti saranno quelli di integrare nuove fotografie nell’archivio web già esistente, dare un ulteriore impulso a temi rilevanti (sotto il profilo fotografico), e portare avanti un’ attività di archiviazione di fotografie in formato digitale. La durata dell’internship è di un massimo di sei mesi (con una remunerazione di 600 US dollari al mese). Attraverso il riconoscimento del valore delle affermative actions, particolare attenzione sarà prestata alle candidate di sesso femminile  (per candidarsi, spedire il proprio CV a photolibrary@ifad.org ). Per lavori nell’ambito della stessa Agenzia Onu a Roma, in cui sono richiesti analisti, economisti o giuristi (attenzione, però: le deadline variano dal 7 a 31 agosto!) visionare il sito http://www.ifad.org/job/. Perch

Share

On agosto 7th, 2009, posted in: Esperienze by
No Responses to “Quando gli shot (fotografici) sono strumento di sviluppo”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus