registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Il top per laureati scientifici

Sono tre su sessanta, ma rappresentano l’eccellenza in ambito accademico, almeno per quanto riguarda il Belpaese. Loro sono Paolo Poggio, laureato in Biotecnologie all’Università del Piemonte Orientale, dove ha conseguito anche la specializzazione in Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche ed attualmente è dottorando in Scienze Farmacologiche presso il Centro Cardiologico Monzino dell’Università degli Studi di Milano, e l’Harrison Department of Surgical Research, dell’University of Pennsylvania School of Medicine, a Philadelphia, negli Usa.
Valeria Righi, laureata in Chimica farmaceutica presso la facoltà di farmacia dell’Università di Modena e Reggio Emilia, in possesso di un dottorato in Biochimica ed attualmente assistente al Dipartimento di Chimica Farmaceutica dell’ateneo emiliano.
Last but not least, Ilary Ruscito che sta concludendo i suoi studi in Medicina e Chirurgia presso l’Università La Sapienza di Roma ed ha già preso parte a diversi progetti di ricerca oltre adessere stata co-autrice di pubblicazioni internazionali.

Saranno loro a portare alto il vessillo italiano tra i 60 giovani talenti internazionali che parteciperanno all’International Biotechnology Leadership Camp di Novartis (in programma dal 29 al 31 agosto, presso gli headquarters di Novartis a Basilea), per esplorare le biotecnologie e conoscerne le sfide future. Il Bio Camp rappresenta un evento formativo qualificato ed autorevole per i laureati e i dottorandi di facoltà scientifiche i quali, oltre ad assistere alle testimonianze dei responsabili della ricerca Novartis, a conoscere i laboratori di ricerca, vengono coinvolti in un case study per lo sviluppo e il lancio di un farmaco innovativo.

Per l’ottava edizione Novartis ha registrato un boom di iscrizioni con una crescita del 38% rispetto alla passata edizione, segno che i talenti sfornati dai nostri atenei non accennano diminuire. Quasi la metà delle candidature proviene dagli atenei settentrionali, seguono quelle del centro Italia con oltre il 24% e il Sud e isole con più del 21%: significativo l’interesse degli studenti stranieri in Italia con il 6% delle iscrizioni. E, dato significativo, la quota “in rosa” si conferma maggioritaria con il 55% delle richieste di partecipazione.

"Il Novartis BioCamp rappresenta una significativa opportunità internazionale per i giovani ricercatori” ha commentato Mark Never, Country President di Novartis in Italia "Il numero crescente delle adesioni da parte degli studenti italiani ci incoraggia a promuovere iniziative simili, per consentire ai talenti di avvicinarsi al mondo della ricerca applicata che attualmente ha negli studi sulle biotecnologie una delle maggiori opportunità di sviluppo”.

Anche quest’anno il BioCamp si conferma ricco di interessanti workshop e presentazioni, tra cui spicca l’intervento di Joseph Jimenez, CEO di Novartis, che illustrerà gli ultimi sviluppi del settore farmaceutico. Saranno inoltre presenti Rino Rappuoli, Responsabile mondiale della Ricerca di Novartis Vaccines, che interverrà sui più recenti progressi nella ricerca dei vaccini e Dhavalkumar D. Patel, Direttore del Novartis Institutes for BioMedical Research (NIBR) in Europa, che illustrerà l’innovativo approccio alla Ricerca di Novartis.

Per avvicinarsi alla manifestazione,si può comunque partire dal web, cliccando su http://www.novartis.it/

Share

On luglio 16th, 2011, posted in: Focus by
No Responses to “Il top per laureati scientifici”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus