registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Gsvc: la vittoria passa per la riforestazione

L’edizione 2010 di Global social venture competition ha visto trionfare la start-up Greenwaves International, guidata da Joseph Tetteh Quarshie, ghanese di 28 anni con un master economico preso un anno fa proprio all’Altis, organizzatrice del round italiano. L’idea vincitrice del premio internazionale per le start-up sociali, profit e non, promosso dall’Università di Berkeley, consiste nel creare ricchezza attraverso la temuta Co2. Il primo passo prevede la riforestazione del Ghana, con specie vegetali ad alto valore. Ciò si traduce in ettari di boschi con cui guadagnare i famosi certificati verdi del Protocollo di Kyoto, da vendere poi sul mercato. Per la giuria, presieduta dal direttore di Altis Mario Molteni, , il progetto africano, primo fra i quaranta in gara e gli otto selezionati per la finale, precede di un solo voto Efrem, impresa sociale bresciana, che realizza generatori di fotovoltaico a basso costo (500 euro) e di facile istallazione per zone sprovviste di energia. Un attrezzo capace di caricare sei cellulari e quattro pc portatili in poco tempo. A completare il quadro dei migliori, St. Mark Community, progetto ospedale mobile per assistenza medica in Uganda e altri paesi africani e Echolight, start-up romagnola di due fratelli poco più che ventenni, Matteo e Stefano Pernisa. Con i tecnici del Cnr di Lecce: hanno messo a punto un software, innovativo perch

Share

On gennaio 31st, 2010, posted in: Altis Global Social Competition by
No Responses to “Gsvc: la vittoria passa per la riforestazione”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus