registration





Verrà spedita una password via e-mail.

Il peso delle tasse

tasse E’ proprio il caso di definirlo così, almeno pensando alla battaglia che hanno intrapreso e per il momento perso, gli studenti della Federico II di Napoli. La protesta avanzata dai consiglieri di ateneo per non far aumentare le tasse è fallita per l’ennesima volta. Questo il responso che gli universitari partenopei hanno condiviso con una nota su Facebook. Massimo Marrelli, rettore dell’ateneo napoletano ha rintuzzato le proteste.
Ci eravamo resi conto che l’attuale distribuzione delle tasse non era equa e addirittura a pagare di più erano coloro che rientravano nelle fasce più deboli (prima, seconda, terza e quarta, per la precisione). Inserendo la pressione fiscale uguale per tutte le fasce, veniva evitata questa distorsione e inoltre, con la proposta di aumentare il numero delle fasce (da 16 che sono attualmente, a venti) si dava l’opportunità di rendere più stabile tale pressione” si legge nel comunicato dei rappresentanti Udu.
Noi troviamo non equo e antidemocratico che chi ha un reddito di cento mila euro deve pagare una somma uguale a chi guadagna solo 35 mila euro (la soglia massima stabilita per l’ultima fascia) con il risultato dell’evasione di molti nel non presentare il reddito Isee. Allora Di fronte a queste ingiustizie, abbiamo aperto una battaglia contro il Rettore. Alla fine sembrava che la battaglia era stata vinta facendo sentire la nostra voce al rettorato e strappando cosi, un accordo, in favore della nostra proposta. Ma durante l’ultimo senato accademico e consiglio di amministrazione, il rettore non tiene conto degli accordi presi con i rappresentanti e presenta un’altra proposta ovvero aumento delle fasce si, ma con un corrispettivo aumento delle tasse del 4%” dicono gli studenti.
Per il momento la querelle si ferma qui, ma gli studenti promettono di tornare a settembre con la stessa voglia di difendere i propri diritti. E i portafogli delle proprie famiglie.

2 Responses to “Il peso delle tasse”
  • Nadia scrive:

    E’ una situazione veramente difficoltosa. Noi abbiamo una piccola attività e ci siamo aperti ora verso il web con l’e-commerce, ma la pressione fiscale è davvero notevole. Detto in tutta sincerità, io speso che ci siano studenti che hanno voglia di intraprendere tali battaglie, loro hanno energie e confidiamo in loro proprio per portare avanti ciò che ci sembra quantomeno giusto.

  • Enric scrive:

    Mi sembra giusto!

Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus
zxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx