registration





Verrà spedita una password via e-mail.

I 700mila: quell’esercito di finti Neet

internship-1Sono tutti dati negativi i numeri in parte elaborati, in parte ricordati ieri dal Corriere della Sera, che punta ancora una volta i riflettori sulla questione giovanile parlando di “Paese gambero” e di “società che si ripiega su se stessa”.

500mila stagisti e 200mila praticanti. Almeno queste sono le cifre che si conoscono perché ci sono tanti stagisti che addirittura, senza neanche un contratto di stage né l’assicurazione (e naturalmente senza busta paga) fanno esperienze di tirocinio in nero.

Ecco perché ha ricordato Eleonora Voltolina, autrice del libro La Repubblica degli stagisti che oggi è anche un sito internet: “Gli inattivi risultano così numerosi nel nostro Paese; perché ci sono circa 700mila giovani tra stagisti e praticanti che nelle statistiche non si sa nemmeno dove piazzare“.

Dunque è forviante parlare di una fascia consistente di Neet tra i giovani italiani: non sono sconsolati (almeno non tutti), non di certo svogliati, ma spesso impegnati in forme di lavoro che la nostra società e le nostre statistiche nemmeno concepiscono. C’è davvero qualcosa che non va… Soprattutto se si continua a scorrere la lista dei numeri del precariato: il 41,4 per cento degli under 35 vive coi genitori a fronte del 10 per cento che restava nella casa paterna negli anni Settanta e dulcis in fundo il 40 per cento di chi esce di casa perché ha trovato un lavoro, non ce la fa e torna dai genitori. E potremmo continuare con la lista dei numeri sconcertanti. Sarà, ma tutti ne parlano e forse a nessuno conviene cambiare veramente lo status quo.

2 Responses to “I 700mila: quell’esercito di finti Neet”
Leave a Reply

Vai alla pagina facebook del Salone dello StudenteVai alla pagina Twitter del Salone dello StudenteVai alla pagina Youtube del Salone dello Studente
Vai al sito Campus
zxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx